Login Form

Login Form

Venerdì, 22 Febbraio 2019 08:46

AIAB iniziativa pubblica “Cos’è Biologico al 2020” Il biologico è cresciuto, il biologico è cambiato!

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

SALVA DATA

ROMA - 15 E 16 MARZO 2019

 

CONGRESSO FEDERALE DI

 AIAB

Associazione Italiana per l'Agricoltura Biologica

SABATO 16 MARZO

 iniziativa pubblica

“Cos’è Biologico al 2020”

 Il biologico è cresciuto, il biologico è cambiato! 

AIAB nasce proprio dalla commissione nazionale “Cos’è biologico” dove, nella seconda metà degli anni 80, operatori, tecnici e consumatori, hanno definito insieme standard produttivi e sistema di controllo, in assenza di normative nazionali ed europee arrivate diversi anni dopo. Quel confronto, nel definire le regole, ha messo al centro i valori del biologico che oggi, necessitano di essere rilanciati, in quanto sembrano largamente messi in secondo piano di fronte all'esplosione commerciale.

Apriamo così con il nostro congresso, un confronto aperto sul biologico che vogliamo, ragionando insieme sui temi più importanti che stanno caratterizzando lo sviluppo del settore, quali l’appropriatezza degli sbocchi di mercato e la ricchezza e circolazione dei saperi, affrontandoli in modo tematico e diffuso sul territorio. Infatti a questa iniziativa, ne seguiranno altre sviluppate sul territorio dalle associazioni regionali. 

Tante cose ci fanno pensare che l’imperiosa crescita di questa fase non sempre sia coerente con i principi fondanti. Pensiamo che non concepire l’agricoltura biologica e biodinamica come attuazione pratica dei principi agro ecologici e quindi, strumento per il governo delle risorse e il contrasto ai cambiamenti climatici, ma confonderla con una semplice occasione di mercato, è un grave errore che rischia di non portare lontano e, soprattutto sottovaluta la valenza di questo metodo di produzione.

Da sempre AIAB sostiene il buon biologico italiano fatto secondo i principi e i valori propri del metodo, per dare alla collettività prodotti sani e buoni per chi li mangia, per l’ambiente di coltivazione e per la salute di chi lavora. 

Fare il punto della situazione diventa quindi fondamentale per dare il giusto indirizzo al settore per cui da qualche decennio lavoriamo, ricerchiamo e promuoviamo, nell’interesse dei produttori e dei cittadini consumatori.

Appuntamento dunque per un confronto sulle prospettive di ulteriore qualificazione del settore che vedrà protagonisti aziende biologiche, tecnici, rappresentanza, associazionismo e godrà del contributo di esperti esterni che ci aiuteranno a interrogarci su criticità e prospettive per definire le posizioni da assumere e a individuare sfide e scenari.

A breve il programma definitivo.

--------------------------------

Letto 146 volte