Login Form

Login Form

Bridget

Bridget

APRILE

Con WWOOF ho imparato a:
costruire un forno

La prima volta che Eelke è stato Wwoofer da me era il 2013. Gli ho chiesto se poteva pulire i serbatoi di acqua piovana per il giardino che si stavano riempiendo di terra a causa dell'acqua che veniva dalle fossette. Ha cominciato a lavorare e ha detto: "Questa è argilla! Ti farò un forno per la pizza"! E lo ha fatto! Ho imparato una quantità enorme di tecnologia alternativa e permacultura da lui e sua moglie Cora che ha creato qui anche un giardino sinergico. Sono amici davvero molto speciali.

Bridget

RITROVO BIODINAMICO PRESSO L’AZIENDA “L’ORTO DI LUCIA” DI FERRARONI LUCIA
Giornata Contadina
Sabato 4 maggio 2019
Ritrovo direttamente in azienda alle ore 9:30 a Caselline di Albinea (RE) in via Papa Giovanni XXIII, n. 9 (Albinea). Con Lucia Ferraroni e Fabio Fioravanti. 
Si tratta di un’azienda biodinamica a conduzione familiare che nasce nel 2010. Oltre alla coltivazione di ortaggi ricoprono un ruolo centrale anche i cereali (Grano Virgo) che vengono valorizzati grazie ad un laboratorio polifunzionale presente in azienda e dotato di mulino. Tutto ciò permette di produrre buone farine e pane di pasta madre generando una filiera corta ideale. È prevista la vista aziendale con analisi delle tecniche agronomiche, delle pratiche aziendali e attrezzature. Incontro gratuito aperto al pubblico.
Per info e iscrizioni inviare e-mail all’indirizzo emiliaromagna@biodinamica.org         
Dopo pranzo, nel pomeriggio, ci sposteremo e andremo a visitare il panificio aziendale situato in via Guido Riccio Fogliani (n. 22) a Reggio Emilia.
   DAI GRANI ANTICHI AL PANE ... IL LABORATORIO
E’ stata creata una filiera chiusa che comprende tutti i passaggi di semina, coltura, raccolta, molitura a pietra e produzione di pane.
Il mulino a pietra del laboratorio macina i chicchi integralmente, conservando il germe di grano e tutte le altre parti ricche di sostanze nutritive. Una molitura eseguita lentamente, che non surriscalda e che tutela tutte le proprietà nutrizionali.
La farina che ne deriva è integrale o semintegrale; ricca di fibre, sostanze minerali, proteine diversificate e vitamine.
Durante questa giornata si parlerà delle caratteristiche dell’agricoltura biodinamica, delle sue applicazioni pratiche, delle tecniche agronomiche e del valore di alimenti ottenuti nel rispetto dei principi naturali.
Invitiamo i partecipanti a portare cibo e bevande da condividere in compagnia (pranzo al sacco), e tanto buon umore!
Condivisione, scambio e partecipazione possono favorire lo sviluppo dell'agricoltura biodinamica e la crescita degli agricoltori che si impegnano per produrre cibo sano e vitale nel rispetto dell’ambiente. Sarà un momento di aggregazione, per conoscere e per conoscerci.
L’iscrizione è obbligatoria. 
Per comunicare la propria adesione inviare e-mail all’indirizzo emiliaromagna@biodinamica.org
Giovedì, 28 Marzo 2019 16:32

La cultura della pietra a secco in Trentino

Inizia martedì 2 aprile 2019 il corso sui muri a secco organizzato dal CAI sezione di Schio e la Scuola Trentina della Pietra a Secco. Due giornate di teoria e tre di pratica in cantiere con il restauro e ricostruzione di un manufatto in pietra a secco.

Giovedì, 28 Marzo 2019 15:40

Mercato contadino Agrikulturae

 

AgriCultura. Nutrire le Città: Scenari e Prospettive. Firenze, Palazzo Vecchio - Salone dei Cinquecento. 18 marzo 2019
1° Sessione: La Scienza in Campo, ore 9,30 - 13,00 2° Sessione: Esperienze in Campo, ore 14,30 - 17,00

Anche quest'anno Ca' dell'Agata con la collaborazione di due giovani aziende, Progetto agricolo Entroterra e Azienda Agricola Progetto Resilienza vi invita all' 11a festa dello SCAMBIO DI SEMI E PIANTE.


In allegato la locandina dell'incontro.
VI ASPETTIAMO!!!
"Se vuoi coltivare sogni, impara a piantare semi"

Corso di Potatura dell’olivo sul Monte Pisano   16 - 17 Marzo

Una mattinata dal sapore primaverile quella trascorsa  domenica 10 marzo a Rigoli, San Giuliano Terme, un’ “isola felice” dove il sole splendeva mentre nel contempo in buona parte della Toscana imperversavano temporali e rovesci. I canti di numerose specie di uccelli e le prime fioriture stagionali di anemoni ed altre piante selvatiche ci hanno accompagnato durante il corso di potatura dell’olivo organizzato dall’Associazione Perlambiente, che a quanto pare ha riscosso ottimi risultati, con grande soddisfazione degli organizzatori! L’interesse dei partecipanti è stato forte, intenso, testimoniato dalle tante domande di natura tecnica rivolte al nostro tecnico Agronomo e soprattutto da quei volti attenti e desiderosi di imparare quanto più possibile su come e perché potare gli olivi. Tante, tante domande dicevamo, ma la mattinata non è stata solo teoria: alle spiegazioni  sui fondamenti delle tecniche di potatura è seguita poi una dimostrazione pratica, che ha suscitato ancora di più l’interesse di tutti i presenti! Infine, prima un caffè e poi l’assaggio di tre oli extravergini di oliva accompagnati da una bella bruschetta con il pane fatto in casa hanno rappresentato un piacevole momento conviviale ed un’occasione per conoscerci meglio. Che dire..meglio di così non potevamo sperare! Un ringraziamento a tutti gli aspiranti potatori che hanno partecipato a questa prima edizione, con l’augurio di ritrovarci ancora più numerosi il prossimo anno.

Con WWOOF ho imparato:

l’arte casearia

Davvero mai dire mai, mai dire per sempre…


     Dopo tanti anni di attività ricca e impegnativa nell’ambito di Mag6, di cui anche Wwoof Italia è socia, sento che ho bisogno di cambiare e di iniziare qualcosa di nuovo.
Ma da dove partire? Come reinventarsi dopo tanti anni? E cosi’ comincio a camminare tra gli host Wwoof e arrivo a Capre Diem a Chiassaia di Loro Ciuffenna (AR) .
     Qui ho potuto avvicinarmi davvero alle capre e all’arte casearia: Niccolo’ e Chiara mi hanno dato fiducia e aperto la loro casa e... la loro stalla ;-) Per due mesi ho portato le belle caprette al pascolo tra i boschi di quella terra ancora selvaggia che è il Pratomagno; Chiara mi ha insegnato a riconoscerle, chiamarle per nome, cercare di capirle.
Con Niccolo’ la stalla era sempre perfetta e il latte arrivava in caseificio per la trasformazione.
Mi sono appassionata e ho imparato tanto: trovo alchemica la trasformazione del latte nelle molteplici forme che puo’ prendere: caprini, tome , taleggi, ricotte, ecc.
Da allora sono ancora in cammino e non so quando mi fermero’.
Cinzia            

Pagina 2 di 25