Login Form

Login Form

×

ATTENZIONE: In questo elenco vedi gli host che rispecchiano la tua ricerca e puoi farti un'idea degli Host presenti in WWOOF Italia. Il loro nome e i contatti sono visibili esclusivamente ai soci. Aderendo a WWOOF Italia e versando la quota associativa di 35 Euro potrai metterti in contatto con loro e organizzare il tuo viaggio e la tua permanenza presso la fattoria scelta.

Emilia Romagna

Siamo una piccola azienda agricola a conduzione familiare. Ci troviamo a Cadelbosco di Sopra, a 10 Km da Reggio Emilia. Il paesaggio quello tipo della pianura reggiana, tra campi di cereali, erba e vigneti. La nostra azienda ha scelto di dedicarsi alla coltivazione di ortaggi e frutta come pesche, prugne, mele e fragole. Tutti i lavori, dalla semina, coltivazione e raccolto, vengono fatti a mano, come la tradizione contadina del nostro luogo ci ha insegnato. Quello che produciamo, secondo la stagione e la clemenza del tempo, lo vendiamo direttamente ai consumatori attraverso il mercato del contadino, fiere locali e in azienda, su richiesta. Pensiamo che la voglia di ritorno alla natura che è in tanta gente debba passare anche attraverso il recupero di una alimentazione sana e di stagione. A questo progetto di azienda e di educazione al consumo Km0 lavorano mia moglie (53), mio figlio (27) e io (58) nei ritagli di tempo. Abbiamo iniziato questa attività 7 anni fa e assieme ad altri due figli (19 e 31) cerchiamo momenti di incontro e condivisione del lavoro e dello sviluppo dell’esperienza. Possiamo intenderci parlando in francese ed inglese ma crediamo che la vita insieme, come famiglia allargata, meriti di apprendere la lingua italiana e con essa lo spirito che anima noi stessi. Ed anche per questa ragione coloro che vorranno trascorrere un po’ di tempo con noi, condivideranno la nostra cucina, tipica reggiana con verdura fresca, pasta, carne, specie bianca e tutti i piatti che ci verranno in mente in base alla nostra produzione del momento. L’alloggio è in una zona all’interno della nostra abitazione ed in grado di accogliere 1/2 WWOOFer. La nostra casa è ai margini del paese e con servizio bus e tram si raggiunge facilmente la città di Reggio Emilia, ricca di storia e gradevole come sviluppo moderno.
La nostra azienda è sita in Valtrebbia, sull'Appennino in provincia di Piacenza, a 800 mt. d'altezza. La sede è un piccolo villaggio in pietra quasi tutto ristrutturato, attualmente vi risiedono sei persone adulte. Attività: raccolta e trasformazione erbe medicinali spontanee e coltivate; coltivazione, raccolta e trasformazione frutta e verdura; apicoltura; ospitalità agrituristica; allevamento pecore (non da latte), pulitura dei pascoli, raccolta legna. A queste, che sono le attività economiche, si aggiungono i lavori quotidiani (cucina, pulizie, ecc.). Produzione biologica (certificazione ICEA), dimensioni: 8 ha + i boschi. Durata del soggiorno: minimo 3-4 settimane. Pasti bio, vegetariani e non vegetariani. Alloggio in camera; lingue parlate: francese, inglese (non da tutti perfettamente).
Ciao a tutti, siamo un gruppo di ragazzi che da ormai alcuni anni vive e lavora con passione nell’Appennino Tosco-Emiliano all’interno del Parco Regionale del Corno alle Scale. Ci occupiamo di educazione ambientale, escursionismo e promozione del benessere attraverso il contatto con la natura. Crediamo fermamente che il rapporto quotidiano e consapevole con la natura e l'ambiente sia un'esperienza di crescita e sviluppo dell'essere umano. Abbiamo in gestione alcuni rifugi in cui accogliamo adulti e bambini che intendono fare diverse esperienze, dalle escursioni ai campi avventura e altre attività. Le occupazioni principali presso i nostri rifugi riguardano l'aiuto nella realizzazione dei campi estivi e attività per bambini, ragazzi e adulti. Costruzione di un piccolo orto, manutenzione del giardino e dell’area circostante i rifugi, aiuto nelle mansioni dei rifugi. Abbiamo anche in collaborazione con un' altra azienda una piccola attività di apicoltura di cui si potranno seguire i lavori. Inoltre avendo dei locali in cui abbiamo intenzione di dare spazio alla cultura avremmo l’intenzione di coinvolgere i WWOOFers nella progettazione di nuove proposte a seconda delle loro attitudini. I mesi in cui lavoriamo sono giugno, luglio, agosto e settembre e vi ospiteremo presso i nostri rifugi o a casa. Vi aspettiamo. Lingue: inglese, francese, spagnolo.
Ciao a tutti! Siamo una famiglia con due bambini di 5 e 3 anni, viviamo a Ronco dell’Asino, un minuscolo borghetto nel comune di Verghereto (Forlì-Cesena) a 1100 mt, ai piedi del Monte Comero. Una serie di coincidenze, o forse no, ci ha portato a scegliere questo posto come nostra Casa per poter sperimentare in prima persona quello che la Natura vuole condividere con noi e quello che ci può insegnare. Abbiamo circa 7 ettari, una parte è costituita da bosco per la legna, una parte è pascolo ed in un altro appezzamento coltiviamo le patate. Abbiamo piantato da poco circa 250 piantine di piccoli frutti (lamponi, more, mirtilli). Nei mesi di settembre/ottobre c’è la smielatura e la pulizia e la raccolta nel castagneto che abbiamo in affitto con alcuni amici. Abbiamo 3 asini da compagnia che stiamo però addestrando per fare trekking e per aiutarci nei lavori intorno a casa. 2 cani e un po’ di gatti (nessun animale entra però in casa) Cerchiamo, nel limite del possibile, di alimentarci con prodotti nostri (abbiamo l’orto con un po’ di tutto, galline, polli, anatre, tacchini, conigli… e 3 maiali) Per gli ospiti, abbiamo a disposizione una mansarda con letto matrimoniale e volendo anche un altro materasso matrimoniale (bagno in comune a noi, per ora) oppure abbiamo un carrello tenda (2/3 posti) in cima al monte, nel bosco, con un panorama spettacolare ed un fornellino a gas (il bagno?? All’aperto). Ovviamente le famiglie con bambini sono le benvenute! Ci piace condividere i pasti insieme ma ognuno è libero di utilizzare la cucina quando vuole! Parliamo inglese, un po’ di francese, spagnolo e portoghese. Crediamo che vivere esperienze di questo tipo con persone provenienti da tutte le parti del mondo sia un’ottima lezione di vita, di crescita e di condivisione!
La famiglia è composta da quattro umani (marito, moglie e 2 bimbi di 4 anni e 1 anno), tre gatti e tre cagnolini. Viviamo nel bosco, ma a dieci minuti di auto dal paese. La nostra proprietà comprende 7 ettari di terreno. Il progetto è creare una comunità che condivida gli spazi e la quotidianità, che si sostenga ed insieme cresca i bimbi, tutto nel rispetto e secondo i ritmi della Natura. Per ora, le nostre attività sono collegate ai bisogni della famiglia: orto, frutteto, raccolta legna/castagne/frutti di bosco/noci, giocare con i bimbi. Fra un paio di mesi avremo le api, sempre per soddisfare il bisogno di miele della famiglia. Abbiamo costruito una yurta, che è la base per i bimbi, ma è utilizzata anche per ospitalità, per tenere corsi ed organizzare serate a tema: il tutto per permettere agli ospiti di "vivere la nostra vita". La nostra cucina è vegana, tendenzialmente crudista. A volte cuciniamo una frittata fatta con uova di galline felici o mettiamo un po' di mozzarella sulla pizza che cuociamo nel forno a legna. Non cuciniamo carne, nemmeno per gli ospiti. Abbiamo deciso di rimane stanziali per creare una comunità, ma non vogliamo rimanere "chiusi". Per questo vorremmo ospitare volontari che portino qui a casa nostra il loro Mondo offrendo in cambio la bellezza e la possibilità di conoscere lo stile di vita che il nostro angolo di paradiso può offrire. Concludo sottolineando che il "ritmo" della famiglia è scandito dai ritmi dei bambini, che non frequentano asili, ma per cui ci siamo presi la gioia dell'unschooling.
Trentotto anni fa abbiamo fatto una scelta di vita trasferendoci dalla città. Da allora abbiamo costruito, allevato, seminato e sognato per potere rimanere e vivere su queste montagne. Nel frattempo nostro figlio ha creato la sua famiglia e tutti insieme ci dedichiamo a coltivare 50 ettari con metodo biologico. Grande soddisfazione danno i frutti di bosco e l'allevamento delle api. Ma come spesso accade nelle zone più povere abbiamo dovuto unire agli allevamenti ed alle coltivazioni anche un'attività di alloggio per i turisti che vengono in questa bella zona. E' nato così da 20 anni l'agriturismo che ci aiuta economicamente e senza cui forse avremmo dovuto ritornare alla vita cittadina. La nostra giornata è piena di interessi ed attività sin dal mattino con la visita al pollaio. Se è periodo di turismo gran parte del tempo uno di noi deve dedicarlo agli ospiti per accudirli ed informarli sulle attrazioni da visitare. Non di rado li accompagniamo personalmente a visitare i luoghi di produzione del Parmigiano o del prosciutto di Parma. Molto tempo dobbiamo dedicarlo all'orto ed al frutteto ed anche alla cucina. Le persone che verranno da noi devono essere disposte a fare un po' di tutto questo e da parte nostra li tratteremo come persone di famiglia insegnando loro quello che sappiamo e portandoli con noi ogniqualvolta ci si muove per piacere o per impegni di lavoro. Il clima è sempre coinvolgente ed elettrizzante ma specialmente d'estate è piacevole in confronto al gran caldo che si trova giù in pianura.
Sono un sognatore, pensionato, che ha avuto la fortuna di trovare il luogo stupendo dove realizzare il sogno di un'azienda agricola biologica, dove avviare un progetto di condivisione di spazi e di stili di vita. Mi affiancano in questo percorso, ancora agli albori, la mia compagna e alcuni amici. Siamo in un antico borgo sull'Appennino Tosco-Emiliano, a 500m sul livello del mare, nel Comune di Marzabotto. Qui abbiamo da poco costituito l'Azienda Agricola Casa Predosa che sta iniziando a prendersi cura e far rivivere gli edifici e i terreni del posto, abbandonati da molti anni. Già coltiviamo un orto con tante varietà di ortaggi. Curiamo un ciliegeto e altri alberi da frutta. Poi ci sono le galline, le api, il bosco da pulire... Negli edifici facciamo lavori di ristrutturazione e di recupero degli spazi abitabili. Siamo vicini alla ferrovia (stazione a 3 km) che da una parte porta a Bologna (40') e dall'altra si va in Toscana (Pistoia a 1h e mezza). Mangiamo per pranzo tutti insieme all'aperto, o nella grande cucina riscaldata dalla stufa a legna quando fa freddo. I pasti sono tendenzialmente vegetariano-biologici. Parliamo italiano ed inglese. Per la sistemazione dei viaggiatori abbiamo 2 camere doppie e anche possibilità di posti in tenda. Infine, siamo quasi confinanti con un altro piccolo borgo dove si trova un “ashram cattolico” che organizza incontri e ritiri di meditazione, con speciale riguardo all'incontro tra Occidente e Oriente.
Mi chiamo Lucrezia, ho 57 anni e ho un piccolo allevamento di pecore per poter stare in contatto con la natura. Da quasi 20 anni pratico agricoltura biologica, in passato coltivando ortaggi e dal 2010 producendo formaggio di pecora. Vivo in un luogo posto a 670 m s.l.m. tra prati e boschi. La casa si trova a 40 km da Bologna. Ciò che più mi piace è proprio la “presa diretta” con la natura, in prima persona, attraverso le mie 20 pecore e attraverso la legna che taglio nel bosco per scaldarmi. Ci sono poi continui miracoli: l’erba si trasforma in qualcosa di apparentemente così diverso come il formaggio, gli agnelli nascono e trovano il capezzolo della madre, la luna compare e scompare, dopo l’inverno torna la primavera, ecc. La giornata tipo si svolge così: da febbraio a ottobre si inizia mungendo le pecore e (ogni 3 giorni) facendo il formaggio. C’è poi da spostare i recinti elettrici, far uscire le pecore e preparare la stalla. Altri lavori sono legati alla stagione: in primavera si tosano le pecore, si tagliano le unghie, si passa il decespugliatore dove serve; d’estate c’è da raccogliere i sassi dai campi, segare la legna da ardere e riporla in legnaia; in autunno si semina l’orzo, si liberano i fossi di scolo dell’acqua; in inverno c’è da tagliare il bosco, riparare i recinti, spalare la neve. In cucina oltre alla preparazione dei pasti quotidiani ci sono alcune autoproduzioni: pane, pasta, piatti a base di ricotta, carne d’agnello, conserve. Ho impostato un orto in permacoltura ricoperto di paglia che funziona se ci sono energie sufficienti. Infine alla sera si riportano in stalla le pecore e fino a luglio c'è la seconda mungitura. Per altre informazioni sarò felice di essere contattata anche per telefono visto che non sempre riesco a connettermi a internet.
Siamo una piccola realtà sulle colline reggiane, ai piedi dell'Appennino e della Rupe di Canossa. Ci siamo autocostruiti una casa in paglia e terra, dove ora viviamo e dove cerchiamo di portare avanti i nostri ideali di vita sostenibile, in sintonia con i prinicipi della Permacultura. Ora ci occupiamo di un frutteto di varietà antiche, soprattutto di meli, albicocchi e mandorli, all'interno del quale vivono anche una trentina di galline in piena libertà! Stiamo implementando gli orti con la tecnica del bio intensivo con l'obiettivo di avere ortaggi in surplus da condividere e/o vendere, in un'ottica di agricultura di prossimità. Ci occupiamo di progetti sociali e stiamo sostenendo un percorso per costituire una cooperativa di Comunità. Abbiamo un piccolo Bed & Breakfast.
L'azienda si trova nel comune di Albareto nella valle del Taro a metà strada tra Parma e La Spezia ed è facilmente raggiungibile in treno. Siamo un agriturismo a conduzione familiare incentrato sulla salute e sul benessere, gestito da un naturopata e da una erborista. L'azienda in regime biologico dal 1998 dispone di 6 ettari di terreno usato per coltivare piante di piccoli frutti, cereali, mais, orticole e piante officinali. Abbiamo un certo numero di galline per produzione di uova per autoconsumo e alcune famiglie di api. Raccogliamo anche funghi, frutti di bosco, castagne ed erbe selvatiche. Produciamo marmellate, sottaceti, tisane e oli essenziali. Da quest'anno parte della nostra produzione deriverà da colture basate sul principio della permacultura. Siamo ben lieti di accogliere WWOOFers soprattutto nei mesi da marzo ad ottobre. Abbiamo una camera con bagno privato ed ingresso indipendente per ospitare al massimo una coppia. La cucina è prevalentemente vegetariana e quasi sempre biologica. Di solito chiediamo collaborazione solo nella mattina e lasciamo un giorno libero alla settimana. Mettiamo a disposizione biciclette per muoversi. Siamo disposti a ricever chiunque voglia darci una mano o passare del tempo con noi. Si parla fluentemente inglese e ceco, si parla abbastanza bene spagnolo, tedesco e polacco.